20 consigli per la tua strategia SEO

Nell’articolo ti guiderò nella creazione di una strategia seo. Il posizionamento seo è un buon alleato per la visibilità del tuo progetto digitale.

Esistono molti modi per creare una strategia seo, tanti quanti i settori, il paese e il business di riferimento.

Non esiste una strategia unica, esistono best practices che permettono di raggiungere obiettivi di posizionamento, visibilità e traffico profilato.

Strategia seo definizione

“Una strategia seo è l’insieme delle tecniche di ottimizzazione per i motori di ricerca, con il fine di raggiungere gli obiettivi di traffico  e di posizionamento concordati con il cliente”.

Seo strategie: le tipologie

Come ho già scritto, le strategie seo sono molto complesse e molto diverse. Una buona analisi e una grande capacità di osservazione del funzionamento del Knowledge Graph e del funzionamento della serp di riferimento è un buon inizio. On page seo, off page seo e seo tecnica costituiscono gran parte di una strategia seo.

Le strategia on page seo riguarda l’ottimizzazione di tutti gli elementi di una pagina web (contenuto, struttura tecnica, ottimizzazione dei meta-dati, mobile responsiveness).

L’off page seo si riferisce alle strategie esterne al proprio sito effettuate per aumentare popolarità e autorevolezza.

La technical seo studia come miglioare tutti gli aspetti tecnici del sito web ( scansionabilità, velocità, indicizzazione).

Un consulente seo pianifica strategie per aumentare il traffico profilato e il posizionamento online del sito web e abbina on page, off page e technical seo ad una buona capacità di osservazione per arrivare agli obiettivi di posizionamento ( per saperne di più: cosa fa un consulente seo).

Tre grandi aspetti costituiscono una strategia seo:

  • on page seo
  • off page seo
  • technical seo

La seo si declina in:

  • seo locale
  • seo per immagini
  • voice search seo,
  • YouTube seo
  • seo internazionale
  • seo per e-commerce

Le strategie di posizionamento online elencate sono strategie di posizionamento più specifiche. Le tecniche di ottimizzazione per i motori di ricerca variano in base al progetto, al settore di riferimento, alla concorrenza e agli obiettivi.

Posizionamento seo: le prime fasi

Le prime fasi di una strategia seo prevedono:

  • analisi del mercato di riferimento
  • studio del target
  • pianificazione degli obiettivi di business. 

In questa fase si delinea la natura del progetto digitale insieme a vision, mission e obiettivi. Dopo aver definito i punti chiave del progetto, inizia la fase della ricerca delle parole chiave, la creazione dell’alberatura del sito, la scrittura delle pagine seo oriented, la programmazione di un piano di content strategy. 

Se il sito è online, si analizzano questi elementi:

  • struttura
  • problemi tecnici
  • attività di on page seo
  • check del link profile
  • studio della qualità del traffico intercettato.

Analizzando e mettendo in atto quanto emerso nella fase degli studi iniziali, si stabilisce la gerarchia degli obiettivi di posizionamento e di visibilità online. 

 

Diventa più visibile con una strategia seo

Contattami per un preventivo gratuito!

Come creare una strategia seo

Nel corso della lettura, ti guiderò nella creazione di una strategia seo passo dopo passo. Se il tuo business è da avviare ti rimando agli articoli: analisi swot per il tuo progetto e come fare una ricerca di parole chiave, dove troverai punto per punto l’elenco delle operazioni da fare per avviare il tuo business.

 

Check di Google Analytics

La verifica dello storico di Google Analytics, nel nostro caso, è importante per controllare l’acquisizione del traffico organico e individuare le pagine più importanti del nostro sito. Google Analytics è un software dalle innumerevoli possibilità.

Per la nostra strategia seo ci serviranno queste informazioni:

  • controllo dello storico visite e performances con Google Analytics;
  • controllo del traffico organico;
  • controllo delle pagine più performanti;
  • individuazione delle pagine più importanti dell’ultimo anno ( percorso contenuti = tutte le pagine = comparazione = seleziona pageviews e  tempo medio sulle pagine).

Consulta l’articolo per scoprire i contenuti del tuo sito web: fizzle.co

Dopo aver effettuato questi passaggi, ecco cosa fare:

  • annota i principali cambiamenti delle prime 50 pagine: individua le pagine che hanno perso maggiore traffico, studiane il motivo e intervieni tempestivamente ( potrebbero avere bisogno di maggiore contenuto o non contenere nel testo le principali parole chiave);
  • crea gli obiettivi su Google Analytics.

Seo Audit

Verifica se esistono problemi tecnici usando Screaming Frog e Google Search ConsoleEffettua un controllo della struttura del sito e osserva se la struttura del sito è in linea con gli obiettivi di posizionamento online.

Crawl depht 

Quanto è distante dalla Home Page la pagina che rappresenta il business core del sito? Se è più profonda di due clicks, rimedia subito diminuendo la distanza della tua pagina-servizio dalla home page. Esistono landing pages? Hanno priorità nel tuo progetto digitale? Esistono pillar articles ? Sono aggiornati? Hanno un ruolo principale nella gerarchia del sito web?

Seo on page 

Fai un check dei titles, delle meta-descriptions e dell’url. Questi elementi sono in linea con gli obiettivi di posizionamento? Fai un rapido controllo dell’uso degli h2 tramite Screaming Frog. Effettua un check della velocità desktop e mobile con Google Speed TestSegui le indicazioni per migliorare la velocità del tuo sito web.

Copertura  e prestazioni con Google Search Console.

Effettua un check sui seguenti elementi:

  • index status: le pagine sono correttamente indicizzate? verifica se la sitemap è stata inviata;
  • crawl budget: verifica quante volte il tuo sito viene visitato da Google;
  • controllo del robot.txt: rendi accessibili le pagine più importanti del sito. Evita che siano online versioni http e https, inserisci hreflang ( nei siti multilingua), aggiorna la sitemap, evita url duplicati;
  • crawl errors: controlla se ci sono errori 404 e duplicati;
  • internal links: controlla l’architettura del sito e la struttura interna dei links del sito. Ci sono gerarchie? Sono organizzati in modo logico e fluido secondo il visitatore e gli obiettivi di posizionamento del sito?;
  • analisi Link Profile: analizza la quantità di links in entrata e la loro qualità. Che tipo di DA hanno? Sono dofollow, nofollow, spam? Se è il caso pulisci il link profile del sito del cliente dei links spam con Google disavow. Verifica se c’è equilibrio fra links nofollow e dofollow, la quantità di links dofollow in entrata deve superare almeno il 50% del totale dei links;
  • sitemaps: aggiorna la sitemap, prediligi le pagine più importanti e se ci sono pagine molto simili scegli una versione canonica. Il tag canonical è importantissimo;
  • AMP. la versione del sito è responsive e mobile friendly?;
  • contenuti duplicati: elimina i duplicati;
  • meta dati duplicati: cambia i meta-dati duplicati;
  • titles duplicati: sistema i titles duplicati;
  • verifica dei dati strutturati:search.google.com/structured-data/testing-tool

Check del rendimento su  Google Search Console

Verifica del CTR

Apri la console di Google, entra in risultati di ricerca, inserisci flag su clicks, CTR, posizionamento. Qui si apriranno le pagine più posizionate e che producono maggiore traffico. Intervieni tempestivamente su quelle che stanno perdendo posizionamento modificandone contenuti (se occorre) e meta-dati. Controlla in ogni pagina in GSC e verifica se esistono perdite di impressions, posizionamento, click.

Miglioramento meta-dati:

  • l’url corrisponde alla metadescrizione?
  • il title tag contiente parole forti ed emozionali? È noioso? Ecco un esempio di title tag funzionale, se possibile inserire la principarle keyword [Number] + [Emotional Adjective] + [Content] + [That Does What Exactly?]
  • metadescrizione: dà la sensazione di essere atterati nel posto giusto? È in linea con url e title?

Implementazione Rich Snippet 

Implementa i rich snippet per aumentare CTR. Valuta quando è possibile inserirli e se è il caso usando Google Data Hightlighter. Articolo consigliato: moz.com/blog/higher-organic-click-through-conversion-rates-rankings

Misura i progressi usando la comparazione dei dati in Google Search Console

Studio del mercato di riferimento del business

Rispondi a queste domande per identificare il tuo mercato di riferimento.

  • In quale mercato è inserito il  business? 
  • Quali sono i prodotti-servizi dei competitor? 
  • Quali sono i principali posizionamenti? 
  • Quali sono le parole chiave a più alto volume di ricerca del settore? 
  • Quali sono le parole chiave per le quali è più facile posizionarsi? 
  • Quali sono le long-tail keywords e i termini di ricerca correlati più usati?
  • Qual è il target di riferimento?
  • Ci sono gap di keywords inesplorate e poco utilizzate? 

Check del posizionamento attuale

Fai un rapido check del posizionamento attualeStudia come potenziare i posizionamenti acquisiti e cercane di nuovi con la keyword research. Intervieni con le attività di SEO on page.

Keyword Research

Fai una ricerca di parole chiave per posizionarti o per acquisire nuovi posizionamenti che tenga conto del posizionamento attuale o di quello da conseguire, delle keywords migliori di settore e degli obiettivi del cliente. Longtail keywords, google suggest, ugc generati dagli utenti faranno parte della keyword research. Tools suggeriti: Semrush, Seozoom, Arhefs, Answer The Public, Google Suggest. La mia lista di seo utility potrebbe fare al caso tuo.

SEO Strategy

Elabora una strategia SEO che sia in linea con gli obiettivi di posizionamento e che tenga conto dell’obiettivo del business di riferimento, della struttura del sito, delle dimensioni del sito, della quantità di pagine/articoli/prodotti/media da ottimizzare.

Modifica SEO ON Page

Effettua una modifica e una revisione on page degli elementi del sito in base ai criteri emersi in fase di seo audit, di check del posizionamento attuale, dello studio del mercato di riferimento e del target, della keyword researchd della seo strategy  e verifica se sono in linea con gli obiettivi del cliente.

Content AUDIT

Svolgi un’accurata analisi dei contenuti del sito e dei suoi posizionamenti. Decidi cosa implementare, eliminare o scrivere in base alle necessità del nostro target. Controllare la freshness dei contenuti. Se sei interessato alla content audit checklist, ti consiglio di leggere l’articolo consigliato: www.searchenginejournal.com/content-audit-checklist

Strategia Topic Clusters

I contenuti sono organizzati secondo la strategia topic clusters: pillar content, cluster content, hyperlink?

Il progetto ha bisogno di posizionarsi in un settore molto competitivo?

Se sì implementarli, è importante ( leggi anche un piano di content marketing per i tuoi contenuti).

Entità

Il lavoro sulla semantica e sulle entità, dati che forniscono a Google maggiore comprensione del testo è una strategia che aiuta posizionamento e visibilità ( ti consiglio di leggere intento di ricerca e semantica).

Aggiornamento dei contenuti e Hot Topics

L’aggiornamento costante dei contenuti con nuovi posizionamenti e hot topics migliora il posizionamento dei contenuti e il traffico. Aggiorna i tuoi articoli osservando l’andamento stagionale, i trends del momento e gli argomenti caldi di settore, gli hot topics.

Ti consiglio di leggere gli articoli: strategie di blogging che funzionano di più, i principali seo trends nel 2020.

Monitoraggio delle keywords

Monitora il posizionamento delle keywords tracciate e inserite nel software seo. Controllane le performances e individuare le strategie per migliorarne la visibilità e l’acquisizione del traffico.

Creazione del piano editoriale dei contenuti

Crea un piano editoriale dei contenuti in linea con gli obiettivi di posizionamento e acquisizione del traffico, stagionale e che tenga conto degli eventi principali di settore e in relazione al brand. Usa le tecniche di seasonal seo e topic clusters.

Monitoraggio delle performances

Con il tempo monitora sempre le performances del progetto con GA, GSC e il tool seo usato per tracciare le performances.

Local SEO

Il business ha bisogno di LOCAL SEO? Se sì crea la pagina GMB e ottimizzarla secondo le best practices di local seo

The periodic table of SEO Success factors

periodic seo table success

Consulta la tavola periodica dei fattori seo.

The periodic table of Content Marketing

Se credi che ancora possa mancare qualcosa ai tuoi contenuti, consulta la tavola periodica degli elementi di una completa strategia di Content Marketing.

Una consulenza seo per la tua strategia digitale

La tua strategia seo ha bisogno di sprint? Una seo consulenza di un'ora è quello che ti serve.