LOGO-SCELTO (1)

Analisi dei competitor SEO: guida con esempi pratici

analisi competitor seo
Luisella Curcio

Luisella Curcio

Sono SEO Specialist in Italia e all’estero dal 2013. Mi occupo di SEO tecnica, SEO Strategica e content strategy. Collaboro con agenzie digitali e clienti, lavoro con team diversi insieme ad una grande rete di professionisti. Segui il mio podcast "La SEO al tempo di un caffè" e iscriviti alla mia newsletter. Mi trovi anche su LinkedIn. Buona lettura!

L’analisi dei competitor SEO è fondamentale nella creazione di una strategia SEO, insieme alla ricerca di parole chiave SEO, all’analisi del contesto, all’analisi delle ricerche del buyer e alla creazione dell’identikit della buyer persona e alla SEO audit, indica le linee guida da seguire per migliorare la strategia SEO e incontrare il potenziale cliente online.

L’analisi della concorrenza è il momento perfetto per comprendere cosa fanno i competitor, per quali parole chiave vengono cercati online, cosa hanno in comune, cosa manca nel settore…

Durante questa fase scopro quasi sempre aree semantiche inesplorate nelle fasi precedenti che mi portano a loro volta alla scoperta di altri competitor.

Questo è il momento in cui si confrontano tutti i dati della fasi SEO precedenti.

L’analisi dei competitor, insieme a tutte le altre fasi della strategia, dona consapevolezza e visione completa dello scenario online del business di riferimento.

Consapevolezza e visione sono due ingredienti necessari che determinano il successo di una strategia SEO perchè orientano la strategia in base ai dati come un vero processo “data driven”.

L’analisi dei competitor viene svolta all’interno della SEO audit e viene eseguita in concomitanza a queste fasi:

Come ormai avrai compreso l’analisi dei competitor è fondamentale per sviluppare una strategia SEO efficace.

Comprendere cosa fanno i  concorrenti e come superarli è fondamentale per affrontare la competizione online. 

Nell’articolo esploriamo l’importanza dell’analisi della concorrenza nella strategia SEO e come utilizzarla per ottenere il massimo successo nella tua strategia digitale con un esempio pratico.

Obiettivo dell’analisi dei competitor

L’obiettivo principale dell’analisi della concorrenza è quello di identificare i punti di forza e di debolezza dei concorrenti per sviluppare una strategia migliore.

Nel processo di analisi della concorrenza in chiave SEO viene svolta:

  • l’identificazione dei competitor
  • l’analisi della SERP
  • l’analisi delle parole chiave dei competitor
  • l’analisi dei link 
  • l’analisi della struttura del sito web
  • l’analisi della gerarchia delle pagine importanti
  • l’analisi delle strategie di contenuto
  • l’analisi dell’attività dei social media dei concorrenti
  • l’analisi della popolarità del brand

Identificazione dei competitor

La prima fase nell’analisi della concorrenza è identificare i principali concorrenti del settore.

Questi possono essere sia competitor diretti che competono per le stesse parole chiave e sono molto simili per dimensioni e caratteristiche al tuo business, sia competitor indiretti che occupano lo stesso posto in prima pagina con le stesse parole chiave ma sono big player di settore, magazine, blog, testate giornalistiche, forum…

Ad esempio digitando la parola chiave career coaching, notiamo che i primi due risultati non fanno riferimento ad un sito di consulente di carriera.

Le prime due posizioni sono occupate da Adecco Italia e Cercalavoro e sono due articoli.

Scorrendo la prima pagina di Google si notano due siti di consulenti di carriera e altri risultati misti (articoli e siti web). Ci troviamo di fronte ad una SERP mista con il sito di Adecco che è ben posizionato.

A cosa serve osservare la SERP?

Nel caso di career coaching sappiamo che ci troviamo in una SERP mista a media competitività e che le prime posizioni sono occupate da articoli. 

Potenzialmente è difficile occupare le prime tre posizioni con un sito di consulente di carriera appena messo online e senza uno storico. Questo però non vuole dire che la strategia SEO non terrà conto di questo obiettivo. 

La parola chiave career coaching rimane come obiettivo di posizionamento in concomitanza ad altre parole chiave transazionali importanti come consulente di carriera e altre ancora più specifiche e long tail.

Con strumenti di analisi della concorrenza come Semrush o Moz, è possibile ottenere una panoramica dei vostri principali concorrenti e delle loro performance SEO.

Ritengo molto più affidabile l’analisi della SERP parola chiave per parola chiave dopo aver fatto una ricerca di parole chiave molto approfondita e dopo aver ottenuto le parole chiave più importanti e più specifiche per il tuo sito web.

Per allenare la tua capacità di osservazione della SERP e delle SERP FEATURES di Google ti consiglio la lettura dell’articolo analisi dell’anatomia della SERP di Google

Se noti che nella SERP ci sono featured snippet riquadri speciali nella SERP di Google occupati dai tuoi competitor, ti rimando all’articolo featured snippet: vantaggi, tipologie e strategie per ottenerli

Identificati i concorrenti è importante analizzare attentamente il loro sito web e i loro contenuti. Cerca di capire quali parole chiave stanno usando, come strutturano il loro sito web e quali strategie di contenuto utilizzano.

Queste informazioni ti aiuteranno ad identificare le aree in cui potete migliorare e a sviluppare una strategia SEO più efficace.

Posizionamento online dei competitor

Un aspetto cruciale dell’analisi della concorrenza è l’analisi delle parole chiave e del posizionamento SEO dei concorrenti.

Analizzando le parole chiave e il posizionamento dei  concorrenti puoi identificare le lacune nel tuo approccio SEO e sviluppare una strategia più mirata.

  • Quali sono le parole chiave usate dai tuoi competitor?
  • Quali sono le parole chiave per le quali sei posizionato?
  • Quale parola chiave manca al tuo progetto web? 
  • Ci sono campi semantici e parole chiave usate dai tuoi competitor dove non sei posizionato?
  • Cosa puoi fare per migliorare questo gap?

Un esempio di analisi della concorrenza

Durante l’ideazione della strategia SEO di un consulente di carriera e in occasione dello studio dei competitor ho scoperto che la parola chiave di punta e che ha maggior volume di ricerca del settore è career coach e non consulente di carriera

Questo non esclude che la strategia sarà condotta per posizionare la chiave consulente di carriera.

Ho semplicemente individuato una nuova area semantica che userò nella strategia.

analisi competitor SEO

In questa fase ho individuato delle ricerche settoriali che abbinano la parola chiave al target.

Un esempio? La parola chiave a coda lunga consulente di carriera per business famminile oppure career coaching per business femminili.

Queste nuove ricerche mi hanno portato a sondare nuovi contesti e nuovi competitor.

Dopo questo lungo processo e dopo aver individuato i principali competitor consiglio di condurre un’analisi di keyword gap e di individuare:

  • le parole chiave che hanno in comune
  • le parole chiave più forti del settore
  • le parole chiave più deboli
  • le parole chiave inesplorate
 

Individuazione del keyword gap

Per fare un‘analisi di keyword gap puoi usare Semrush, selezionare nella barra destra keyword gap, inserire il tuo sito web e altri quattro siti web dei competitor.

A questo punto appare questa schermata:

keyword gap

Sotto, sempre nella stessa schermata puoi analizzare tutte le parole chiave in relazione al tuo sito web condivise, mancanti, deboli, forti, non condivise, uniche e tutte le altre, come vedi in figura.

Nelle parole chiave untapped puoi selezionare le parole ad alto volume di ricerca nella colonna volume e scoprire nuove parole chiave e aree semantiche inesplorate: questa è una fase importantissima per comprendere cosa manca al nostro progetto e cosa usano i competitor. 

In questo momento scopro spesso parole chiave a coda lunga molto settoriali, chiavi brand e studiandole a fondo con un export di tutte le keyword, comprendo realmente cosa manca al mio sito web e cosa fare per migliorare il progetto. Suggerisco in questa fase di  avere una visione di insieme e di valutare le parole chiave per cluster.

Tutto questo contribuisce a fornire analisi preziose per la nostra strategia SEO.

Non perderti le puntate del mio podcast!

Analisi dei link  

I link in ingresso sono un fattore chiave nel determinare la classifica dei motori di ricerca.

Quando analizzi il profilo backlink valuta questi elementi:

  • domain authority del sito web
  • page authority delle risorse più importanti
  • domain authority e pertinenza dei link in ingresso
  • quantità e qualità dei backink ricevuti

Valuta i profili di backlink dei tuoi concorrenti durante l’analisi della concorrenza.

Utilizza strumenti come Majestic o SEMrush o Arhef e  scopri quali siti web stanno linkando ai tuoi concorrenti e quali anchor text stanno utilizzando.

Durante l’analisi dei profili backlink dei concorrenti puoi  identificare potenziali fonti di link per il tuo sito web e sviluppare una strategia di link building più efficace.

Se scopri che un concorrente ha ottenuto molti link da un sito web, puoi cercare di ottenere un link da quella stessa fonte o da un sito web simile.

Sempre con Semrush puoi fare un’analisi dei link in ingresso selezionando nella colonna a destra backlink gap.

Il criterio è sempre lo stesso inserisci il tuo sito web e gli altri quattro siti dei competitor. Sempre da Semrush puoi valutare i migliori domini in ingresso e con alto DA, i domini deboli, quelli condivisi, unici e tutti gli altri.

Selezionando i domini migliori nella colonna AS puoi scoprire domini in comune molto forti che usano i tuoi competitor e usarli nella tua strategia di link building.

Analisi della struttura del sito web

Analizzare la struttura del sito web dei competitor serve a comprendere in generale la struttura del sito web, la struttura della home page, delle pagine servizio, del blog e dei contatti.

In questa fase è importante comprendere dove sono collocate le risorse più importanti del sito web.alberatura sito web

Le risorse più importanti del sito web, pagine, articoli o prodotti, devono essere presenti in home page ad una distanza di un click.

Questo concetto viene definito con il termine di crawl depht.

Nella realizzazione di un sito web, il SEO Specialist delinea l’architettura del sito SEO oriented che mette in evidenza le risorse più importanti del sito web in relazione all’utente finale, agli obiettivi del sito e al motore di ricerca.

Un sito SEO oriented è un sito progettato per i motori di ricerca, che intercetta il cliente finale e che evidenzia le risorse del sito web più importanti.

Nella SEO la gerarchia delle risorse del sito e la loro organizzazione è importante.

Questo concetto viene definito organizzazione dell’architettura delle informazioni SEO oriented.

Le pagine più importanti sono evidenziate nel menù, nella home page e con un sistema di internal linking.

Per approfondire l’argomento ti rimando a questo articolo: come organizzare la struttura del tuo sito web in ottica SEO

Strategie di contenuto e social 

Oltre alle parole chiave e ai link in entrata è importante monitorare anche le strategie social adottate per la creazione dei contenuto  e le attività di social media marketing dei  concorrenti.

Che tipi di contenuti stanno producendo? Come li veicolano?

Mentre analizzi le strategie di contenuto e di social media marketing dei concorrenti, puoi ottenere ispirazione per i tuoi contenuti e identificare le opportunità per superarli.

Se noti che un concorrente sta ottenendo molti like e condivisioni sui social media con un determinato tipo di contenuto puoi cercare di creare un contenuto simile che possa attirare lo stesso tipo di attenzione.

Se i tuoi competitor hanno un blog, valuta se effettuano azioni di content strategy SEO oriented con un piano editoriale SEO e con che frequenza aggiornano il logo blog.

Analisi del brand

Analizzare il brand dei competitor è decisivo. Cosa occorre osservare nell’analisi dei brand dei competitor? 

Due sono gli elementi da osservare con attenzione

  • popolarità del brand
  • storicità del dominio

La popolarità del brand è molto importante lato SEO. I brand di settore molto noti hanno un forte posizionamento e una forte visibilità perchè sono citati, hanno tantissimi link ingresso, una forte presenza social e una notevole attività di digital pr.

Di solito i brand noti hanno una storico di presenza online, ovvero sono online da decenni. Google conosce bene i siti storici, li scansiona da anni.

La storicità del dominio insieme alla popolarità del brand se presenti in un nostro competitor, ci fanno comprendere che è un competitor molto forte, un big player di settore. 

In questo caso non bisogna disperare perchè esiste sempre una soluzione alternativa, un’area semantica di nicchia dalla quale partire.

Conoscere i brand è molto importante per definire le linee guida della strategia SEO.

Strumenti e software di analisi della concorrenza

Per semplificare il processo di analisi della concorrenza utilizza strumenti e software appositamente progettati per questo scopo.

Dopo aver analizzato tutti i dati e aver ottenuto tutte le informazioni necessarie sull’analisi della concorrenza, è importante sapere come usarle nella tua strategia di SEO.

Utilizza le parole chiave identificate, i profili di backlink dei concorrenti e le indicazioni ottenute durante l’analisi della strategie di contenuto e di social media marketing per sviluppare un piano di azione dettagliato.

Dopo aver definito le linee guida della strategia SEO è il momento di passare al monitoraggio del progetto web.

È importante misurare il successo dell’analisi della concorrenza.

Monitora regolarmente le posizioni sui motori di ricerca, i tuoi link in ingresso e l’engagement sui social media per valutare se la tua strategia sta dando i risultati desiderati.

Comprendere cosa stanno facendo i concorrenti e come superarli ti darà un vantaggio significativo nel raggiungere i primi posti sui motori di ricerca.

Utilizza gli strumenti e le tecniche descritte in questo articolo per ottenere informazioni dettagliate sui  concorrenti e  per sviluppare una strategia SEO e di successo.

Scopriamo insieme chi sono i tuoi competitor e cosa fare per superarli?

Mi chiamo Luisella sono un consulente SEO freelancer  con più di 10 anni di esperienza e amo definirmi “complice di imprese online” insieme ai clienti.

Mi occupo da anni di analisi dei competitor in chiave SEO per aumentare la visibilità online di Brand e PMI in Italia e all’estero.

Lavoriamo insieme per raggiungere grandi obiettivi online. Scopri cosa posso fare per il tuo sito e contattami per un preventivo gratuito e personalizzato

Luisella Curcio

Luisella Curcio