Questo è un articolo che fa per te se non sei un Freelancer. Hey, puoi leggerlo anche tu che hai la partita iva.

Da poco ho aperto il mio Blog e dopo l’arrivo dei primi risultati di questa mia piccola piazza del cuore nato fra caffè e lavoro appunto, voglio raccontarvi qualche aspetto del mio lavoro: comunicazione, condivisione ( di idee) e coworking ( lavorare insieme ad altri freelancers).

Con il sito web sono arrivati i primi suggerimenti e interventi. Questo mi rende felice perchè il mio obiettivo è quello di condividere qualcosa, qualsiasi cosa dagli spunti tecnici a quelli ordinari.

Le ( mie) tre C del Freelancers

 

C come Comunicazione

Comunicazione  è un termine che deriva dal latino cum = con, e munire = legare, costruire, mettere in comune, far partecipe. La comunicazione è la base del lavoro da freelancer.

comunicazione

Per comunicare efficacemente:

  • Racconta una storia ( se non sai come fare leggi il mio articolo storytelling come strategia di marketing);
  • Crea dei legami, questo genera empatia
  • Crea Valore: informa, dialoga, metti in campo le tue competenze o quelle del brand;
  • Acquista fiducia e sii autorevole;

Le persone acquistano dalle persone, non dai siti web. Philip Kotler docente di Marketing Internazionale e Guru del Management secondo il Financial Times ha già parlato di Marketing Umanistico e delle persone al centro del Marketing.  Non mi voglio soffermare su questo grande professionista e per questo motivo ti allego un pdf  riassuntivo dei ” Principi di Marketing” di Kotler.

C come Condivisione

Se sei un freelancer condividi le tue idee ed esperienze, esponile, mettiti in campo le tue competenze. Rischierai di innescare dei circuiti di idee.

C come Coworking

Oggi voglio descrivervi il  posto in cui lavoro: OnOff Officine di Coworking a Parma. La vita da Freelancer è dura e lo è ancora di più se si lavora da soli. Condividere le tante ore di lavoro in un ambiente bello è stimolante e produttivo perchè si condividono momenti di grande leggerezza come la pausa caffè o i pranzi, ci si confronta su questioni tecniche e si scambiano idee… E le idee sono un volano, quando parte una si innesca un circolo molto stimolante di spunti.

Condividere è comunicare e creare per  chi lavora nei settori creativi ha sempre bisogno di spunti, di conoscenza, di stimoli e spesso in un coworking questo è un meccanismo molto semplice.

Condividi se sei un freelancers ma anche se non lo sei. Perchè condividere è bello e porta lontano, non toglie nulla ma aggiunge tanto. Ora ti spiego perchè.

Dal Coworking, dalla Comunicazione e dalla Condivisione di Idee  sta per nascere un progetto molto bello. Un Festival di Cinema Indipendente per ragazzi unico nel suo genere perchè  nato all’interno di un coworking e di una scuola appunto.

Grazie all’iniziativa di On/Off Officina di Coworking in accordo con un Istituto Tecnico Superiore di Parma è nata l’idea di attivare 9 laboratori rivolti alle classi quarte dell’istituto. I percorsi tenuti dai docenti co-worker e affiancati da educatori sono: Design del Prodotto, Graphic Design, Web Design, Stampa 3D, Robotica, Radio Web, Social Media Marketing, Scuola di Cinema, Scanner 3D.

Il percorso ha dato vita con la partecipazione dei ragazzi a Festellar Festival del Cinema Indipendente per ragazzi che si terrà 23, 24 e 25 Marzo a Parma.

festellar

 

L’immaginazione può portarci dappertutto: trasmettiamola.  

Presto saranno online tutti i dettagli del Festival. Insieme ad altri coworkers e agli alunni che hanno preso parte ai laboratori curo la parte di comunicazione del festival. Questo non sarebbe mai potuto succedere se non avessi lavorato in un coworking, se non avessi avuto il coraggio di espormi e se non avessi incontrato le persone che ci lavorano dentro.

Festellar i soggetti coinvolti: Comune di Parma, Gruppo Scuola, On/Off Officina di Coworking, Solares….